Storie

30 settembre 2022. Port-au-Prince, Costa Mesa, Caracas

Haiti è paralizzata dagli scioperi per l’aumento dei prezzi del carburante. Negli Usa apre un nuovo museo in lavorazione da più di un decennio. In Venezuela le donne chiedono la depenalizzazione dell’aborto.
Port-au-Prince (Haiti). Un uomo trasporta delle taniche per fare scorta di carburante, dopo l’aumento dei prezzi che ha paralizzato alcune città divenute teatro di imponenti manifestazioni. Lo sciopero indetto ad Haiti dai sindacati dei trasporti pubblici è durato tre giorni.
Port-au-Prince (Haiti). Un uomo trasporta delle taniche per fare scorta di carburante, dopo l’aumento dei prezzi che ha paralizzato alcune città divenute teatro di imponenti manifestazioni. Lo sciopero indetto ad Haiti dai sindacati dei trasporti pubblici è durato tre giorni. Credit: EPA/Johnson Sabin
Tempo di lettura 1 min lettura
30 settembre 2022 Aggiornato alle 07:30
Costa Mesa (Stati Uniti). Un dettaglio della scultura “Thee Variant” dell’artista Rashaad Newsome esposta all’Orange County Museum of Art. Il nuovo museo, in lavorazione da più di 10 anni e progettato dall’architetto Thom Mayne di Morphosis Studio, aprirà i battenti l’8 ottobre 2022.
Costa Mesa (Stati Uniti). Un dettaglio della scultura “Thee Variant” dell’artista Rashaad Newsome esposta all’Orange County Museum of Art. Il nuovo museo, in lavorazione da più di 10 anni e progettato dall’architetto Thom Mayne di Morphosis Studio, aprirà i battenti l’8 ottobre 2022. Credit: EPA/ETIENNE LAURENT

Caracas (Venezuela). Una manifestante durante il sit-in per chiedere la depenalizzazione dell’aborto in Venezuela, in occasione della Giornata globale di azione per l’aborto legale, che si celebra il 28 settembre.
Caracas (Venezuela). Una manifestante durante il sit-in per chiedere la depenalizzazione dell’aborto in Venezuela, in occasione della Giornata globale di azione per l’aborto legale, che si celebra il 28 settembre. Credit: EPA/Miguel Gutierrez
Leggi anche
Berlino (Germania). Manifestanti con le bandiere iraniane davanti all'edificio del Reichstag. L'Iran ha dovuto affrontare proteste anti-governative in seguito alla morte di Mahsa Amini, una donna iraniana di 22 anni che è stata arrestata a Teheran il 13 settembre dalla "polizia morale" - l'unità iraniana incaricata di far rispettare il rigido codice di abbigliamento femminile - ed è morta mentre erano sotto la loro custodia.
Buongiorno in 3 scatti
di Redazione 1 min lettura
Londra. Per la giornata internazionale sull'aborto sicuro ricordiamo la manifestazione che, lo scorso 9 luglio, ha animato Trafalgar Square nella capitale inglese. I manifestanti, che hanno marciato verso l'Ambasciata americana, brandivano cartelli contro le leggi sulla restrizione dell'aborto negli Stati Uniti, dopo l'annullamento della storica sentenza 'Roe V Wade'. (Vedat Xhymshiti/ZUMA Press Wire)
Buongiorno in 3 scatti
di Redazione 1 min lettura