Ambiente

Benvenutɘ nel posto dove le scelte prendono una direzione

Oggi nasce un nuovo giornale, un quotidiano dedicato ad ambiente, diritti e futuro. Buona lettura!
Tempo di lettura 2 min lettura
1 gennaio 2022 Aggiornato alle 08:00

È da nove mesi che lavoro al progetto de La Svolta, e non a caso proprio oggi il giornale vede la luce. Ci sono dei tempi necessari per tutto: per la creazione così come per il cambiamento. E con La Svolta credo - crediamo - di voler partecipare a entrambe seguendo il ritmo naturale degli accadimenti. Con impegno, ma senza forzature.

Per questo motivo - il fluire naturale delle cose - la squadra che ha reso possibile il progetto ha aperto il dialogo con i lettori un mese fa sui social media. Per questo oggi inauguriamo il quotidiano online, e tra un mese vedrete cosa sappiamo fare “sulla carta”. Sapevamo che avremmo potuto farlo, ma ora che siamo nella concretezza del fare abbiamo capito che non solo potevamo: dovevamo farlo un nuovo giornale.

Dovevamo perché insieme ai lettori crediamo - ancora - profondamente nell’informazione. E crediamo che l’agenda setting non si debba appiattire sul potere di chi è nel Palazzo o sulla sfortuna di chi ne è fuori ma debba offrire una prospettiva per la costruzione di un futuro di cui tuttɘ, in questo momento, abbiamo bisogno. Una prospettiva per un Paese sempre più connesso alle dinamiche internazionali, popolato da persone che conoscono le lingue o sanno come attingere a informazioni al di fuori dei confini nazionali, che non sentono l’“estero” come un luogo lontano, che non riconoscono senza discuterla l’autorità di chi si esprime come un giudice del comportamento altrui.

Noi pensiamo che un quotidiano, oggi, si debba confrontare umilmente e alla pari con i lettori e le lettrici, che spesso sono più preparati di noi giornalisti in alcuni specifici ambiti, che hanno viaggiato più di noi giornalisti e che prendono ogni giorno decisioni ben più importanti di quelle che ci assumiamo, scrivendo un articolo, o correggendolo, o editandolo.

Il mondo di chi muove e ha mosso le cose negli anni scorsi sia nelle piazze sia nei palazzi, sia silenziosamente sia facendo rumore si confronta ogni giorno con temi legati ad ambiente, diritti e futuro, ed è per questo che abbiamo deciso di farne il centro della nostra ricerca giornalistica.

Per chi atterra per la prima volta sul giornale online, quindi, per intanto, benvenutɘ. Se faremo un buon lavoro dovremo ringraziare Pietro Colucci, il nostro editore, che ci ha incoraggiato e sostenuto.

Ieri lo scrittore Gianrico Carofiglio e l’altro ieri il ministro Cingolani hanno detto che la parola dell’anno è “la svolta”. Se non lo avessero detto loro, l’avremmo detto noi.