Ultim’ora
in collaborazione con
politica

**Fanpage: Donzelli, 'chi incompatibile con nostri valori cacciato, ma decide Fdi non La7'**

27.06.2024 ore 15:35

Roma, 27 giu. (Adnkronos) - "Esiste un limite che non è superabile, è quello dell'antisemitismo, un germe pericoloso e contagioso che è tornato e sta tornando in Italia soprattutto a sinistra, nei centri sociali: con la scusa della difesa della Palestina vediamo un pericoloso ritorno dell'antisemitismo e noi non possiamo consentire che contagi la destra, noi non lo consentiremo. Quindi sull'antisemitismo siamo inamovibili, è un limite che non viene superato. Per questo Fdi, pur criticando le modalità di questa inchiesta che sono incredibilmente inaccettabili", giudica "non accettabile quello che abbiamo visto e sentito dire da alcuni singoli militanti e quindi chi sbaglia paga e viene cacciato". Così Giovanni Donzelli, responsabile nazionale dell'organizzazione di Fdi, intervenendo in diretta a Tagadà, su La7.

"Anche il Pd partecipa a manifestazioni su Israele in cui viene detto di tutto - aggiunge - ma quello che fanno gli altri non mi interessa. Per noi chi sbaglia e ha atteggiamenti antisemiti viene cacciato da Fdi". "Noi siamo un partito serio - dice ancora - se diciamo che qualcuno lo cacciamo lo cacciamo, però lo valutiamo noi, non lo valuta né Fanpage, né La7, né Repubblica: quando, come e perché lo decidiamo noi".

I più letti