Diritti

Crescere con ispirazione: modelli femminili per le nuove generazioni

Secondo un’indagine di Inspiring Girls, per la maggior parte delle ragazze è importante avere figure femminili positive dalle quali prendere esempio
Credit: Cottonbro studio 
Tempo di lettura 4 min lettura
15 ottobre 2023 Aggiornato alle 20:00

Le aspirazioni di carriera delle ragazze italiane stanno vivendo un’evoluzione positiva. Oltre ad autodeterminazione, consapevolezza e supporto (tra donne e non solo!), a pesare su questo cambiamento sono sempre più i modelli femminili a loro disposizione dai quali prendere esempio e coraggio.

In questo senso, un’indagine condotta da Inspiring Girls International, in collaborazione con Barbie, ha rivelato che il 77% delle ragazze ritiene importante avere modelli femminili da seguire. Più nello specifico, secondo la ricerca, il 78% delle giovani in Italia ritiene che vedere donne che svolgono lavori diversi possa ispirare altre a provarli.

Ma la strada è ancora in salita: il 28% delle intervistate ha infatti dichiarato di avere un solo modello femminile nella propria vita e l’8% di non averne affatto.

Un altro aspetto messo in evidenza dal sondaggio riguarda le sfide che alcune giovani e giovanissime donne affrontano nel proprio percorso educativo: il 43% delle partecipanti, per esempio, ha confermato di non sentirsi presa sul serio a scuola, e il 21% di queste attribuisce questa sensazione al fatto di essere una ragazza.

La campagna #ThisLittleGirlIsMe

Il 92% delle giovani ambasciatrici di Inspire Girls International, ragazze di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, ritiene che la campagna #ThisLittleGirlIsMe, nata nel 2021 e promossa in Italia dall’associazione Valore D, abbia avuto un impatto positivo sulle loro percezioni riguardo alle opportunità di carriera e al loro futuro.

La campagna è un invito rivolto a tutte le donne del mondo a unirsi nell’importante missione di ispirare e guidare le future generazioni, condividendo sui propri canali social immagini di se stesse bambine, accompagnate da consigli e riflessioni. L’idea, insomma, è: “Immaginate di poter comunicare con la voi bambina e condividere le lezioni apprese nel corso della vostra vita”.

«Cambiare la narrazione e fornire modelli alternativi è cruciale per combattere gli stereotipi e i pregiudizi che influenzano i ragazzi sin da piccoli. #ThisLittleGirlisMe è un modo semplice e autentico per ispirare le ragazze attraverso modelli di riferimento femminili che testimoniano che possono fare e diventare quello che desiderano senza limitare la propria libertà e le proprie scelte - commenta Barbara Falcomer, direttrice generale di Valore D - La testimonianza, di donne famose e non è importante perché espone le ragazze a modelli di ruolo positivi in cui riconoscersi e favorisce quel cambiamento culturale e sociale necessario per scardinare alla base gli stereotipi di genere».

L’obiettivo dunque è semplice ma fondamentale: presentare alle giovani figure di riferimento positive con le quali possano identificarsi. E se gli esempi positivi giocano un ruolo cruciale per le generazioni future, ecco che al progetto, nel corso degli anni, hanno preso parte anche personalità come Annie Lennox, Arianna Huffington, Billie Jean King, Melinda Gates, Julia Gillard e Sheryl Sandberg.

Alla campagna di quest’anno – che continuerà fino al 18 ottobre – partecipano anche Federica Pellegrini, l’attivista italo-iraniana per i diritti umani e digitali Pegah Moshir Pour e alcune giocatrici della squadra di calcio femminile dell’Inter: esempi concreti di donne che con talento, impegno e tenacia hanno saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano nel loro settore.

Leggi anche
Parità di genere
di Costanza Giannelli 5 min lettura
Disuguaglianze di genere
di Costanza Giannelli 4 min lettura