Ambiente

Cannuccia riutilizzabile e… piccole grandi idee per il Pianeta

Non solo raccolta differenziata e prodotti biodegradabili. Se vuoi prenderti cura della Terra in modo geniale e green, ecco la rubrica che fa per te
Credit: Ruben Ramirez
Tempo di lettura 4 min lettura
26 giugno 2023 Aggiornato alle 16:00

Tra gli slogan più ricorrenti delle manifestazioni per il cambiamento climatico e contro l’inquinamento ambientale, ricordiamo tuttə il famoso “There is no planet B”. Già, non esiste un Pianeta B, ma un piano B c’è. Anzi, più di uno.

Ogni giorno c’è qualcunə che ne sa una più del diavolo e lancia idee geniali e invenzioni eccezionali ed ecosostenibili. Come? Dando una nuova vita a oggetti quotidiani che regolarmente gettiamo senza riflettere sulle possibilità di riutilizzo o ingegnandosi per trasformare il banale in straordinario.

Se ti sei chiestə almeno una volta cosa puoi fare per salvare il Pianeta, ma le risposte che hai trovato erano sempre le solite e banali raccomandazioni che segui già da una vita, allora questa è la rubrica che fa per te. Abbiamo raccolto le migliori invenzioni che possono aiutare la Terra che abitiamo. Tu sei dei nostri?

Credit: Kaiqi Yan, Zhiling Zhang
Credit: Kaiqi Yan, Zhiling Zhang

Zukgaan

Zukgaan è una cannuccia sostenibile che può essere riutilizzata, permettendo di ridurre notevolmente l’impatto della plastica sul Pianeta.

L’idea appartiene a 2 studenti della Hong Kong University of Science and Technology che si sono ispirati a tradizionali tovagliette cinesi in bambù formate da piccole strisce legate tra loro che possono essere arrotolate e srotolate facilmente.

La cannuccia Zukgaan, infatti, presenta una struttura composta da un foglio piatto che, tramite una striscia magnetica, può arrotolarsi su se stesso prendendo la classica forma a cilindro: questa sua caratteristica, oltre a facilitare la pulizia, permette anche di regolarne il diametro a proprio piacimento.

Terminato l’utilizzo, basterà staccare i magneti, sciacquare la cannuccia e riporla al suo posto, di nuovo pronta all’uso.

Credit: Celia Sánchez Naranjo, Ariadna Esteban Caballero, Sila Martínez López, María Sacristán Esteban
Credit: Celia Sánchez Naranjo, Ariadna Esteban Caballero, Sila Martínez López, María Sacristán Esteban

Aleaf

Aleaf è una cover per telefono che funge anche da caricabatterie portatile e la sua funzione principale è quella di alimentare dispositivi elettronici in modo sostenibile, utilizzando materiali piezoelettrici e piroelettrici che consentono di assorbire tutti i movimenti e le variazioni di temperatura che il dispositivo subisce durante il giorno: dai colpi ai contatti con altri oggetti nella borsa, dal calore generato dall’uso del telefono a quello del contatto con il corpo quando viene messo in tasca. Ha anche una protezione in vetro temperato piezoelettrico che sfrutta tutti i tocchi che il cellulare riceve quotidianamente per produrre energia.

Quando il dispositivo si scarica, basta estrarre il cavo del caricabatterie dalla parte inferiore della cover e collegarlo al cellulare che inizia automaticamente a caricarsi, sfruttando l’energia accumulata.

Credit: Baha Alshwaiki, Anas Ghannam, Omar Ghannam, Louai Maghrabi
Credit: Baha Alshwaiki, Anas Ghannam, Omar Ghannam, Louai Maghrabi

Ultra SolarStill

Si tratta di un dispositivo domestico sostenibile che sfrutta la luce solare e le onde ultrasoniche per dissalare l’acqua salmastra e marina o per pulire l’acqua dolce e renderla potabile.

Ultra SolarStill presenta una struttura a 2 camere ed è in grado di produrre 4 litri di acqua dolce al giorno in modo sostenibile. Per iniziare, i nebulizzatori a ultrasuoni generano nella prima camera una nebbia salina che viene poi portata, attraverso un condotto, nella seconda camera, quella di distillazione solare: qui un pannello di vetro dotato di un rivestimento antiriflesso trasmette il 94% della luce solare per convertire la nebbia in vapore. Così, il vapore si condensa e, a causa dell’inclinazione del pannello, la condensa di acqua dolce e pulita scivola verso il basso, fino a un serbatoio di raccolta.

Leggi anche
Sostenibilità
di Alexandra Suraj 3 min lettura
Sostenibilità
di Alexandra Suraj 3 min lettura