Wiki

Fluidità di genere: cosa significa?

Il 1° giugno si apre il Mese del Pride. 30 giorni per imparare e condividere storia, cultura, lessico e personaggi Lgbtqai+ ma anche per formare “Le parole dell’orgoglio”, un vero e proprio vocabolario, dalla A di Arcigay alla Z di Zedsexual
Costanza Giannelli
Costanza Giannelli giornalista
Tempo di lettura 2 min lettura
1 gennaio 2023 Aggiornato alle 09:00

Fluidità di genere. La fluidità di genere è un’identità di genere non fissa (fluida, appunto) che cambia nel tempo o a seconda della situazione. Queste fluttuazioni possono verificarsi a livello di identità di genere o di espressione di genere. Una persona genderfluid può fluttuare tra diverse espressioni di genere nel corso della sua vita o esprimere contemporaneamente più aspetti di vari indicatori di genere.

La fluidità di genere può essere una fase di transizione, che consente alle persone di esplorare il genere prima di trovare un’espressione o un’identità di genere più stabile, o continuare per tutta la vita.

La prima menzione nota del termine è del 1994 nel libro Gender Outlaw: On Men, Women and the Rest of Us della teorica di genere Kate Bornstein. Il 6 maggio 2015 il termine è stato incluso tra le voci di Dictionary.com.

Nel febbraio 2014, Facebook ha incluso “Gender Fluid” come una delle 50 opzioni di identità disponibili.

Leggi anche
Lgbtq+
di Costanza Giannelli 1 min lettura
Lgbtq+
di Costanza Giannelli 3 min lettura