Culture

Cosa e quanto leggono gli italiani?

L’Associazione Italiana Editori ha diramato i dati dei primi quattro mesi del 2024: calano le vendite e cambiano leggermente i gusti degli italiani, che amano sempre di più il genere romance
Tempo di lettura 4 min lettura
19 maggio 2024 Aggiornato alle 19:00

In Italia nei primi 4 mesi del 2024 le vendute di libri di varia - romanzi e saggi venduti nelle librerie fisiche e online e nella grande distribuzione - sono state pari a 465,6 milioni di euro, il 2,2% in meno rispetto allo stesso periodo del 2023. La flessione a copie è stata del 3,5%, con 30,1 milioni di copie vendute.

Questi sono solo alcuni dei dati presentati dall’Aie, Associazione Italiana Editori, in riferimento al mercato del libro del primo periodo dell’anno. «Il nostro rimane un Paese dove si legge ancora troppo poco e che è caratterizzato da forti disuguaglianze negli indici di lettura», ha commentato il presidente dell’Aie Innocenzo Cipolletta.

A determinare la flessione del mercato dell’editoria sono diversi fattori, a partire da quello economico, soprattutto alla luce del fatto che tra il 2019 e il 2024 la crescita del prezzo di copertina dei libri venduti è stata del 3%.

A incidere probabilmente anche il numero delle novità pubblicate, calato del 4,6%, così come i mutamenti nei gusti dei lettori. Nell’ultimo biennio a trainare il mercato sono stati molti titoli manga, un segmento che però nei primi quattro mesi del 2024 è in flessione del 18,4%. «Gli editori si muovono su un terreno ancora fragile: capiremo nei prossimi mesi se i segni meno che vediamo in questa prima parte dell’anno saranno ampliati e in quale misura», continua Cipolletta.

Ma ai lettori cosa piace leggere? Le indicazioni emerse dalla medesima indagine parlano chiaro: il romance la fa da padrone, grazie a una crescita del 48,7% che gli consente di raggiungere il 52,6% del totale. Anche l’autorialità italiana guadagna quote (su 445,3 milioni di euro di vendite a prezzo di copertina nelle librerie fisiche e digitali, 250,2 milioni sono di libri di autori italiani e 195,1 milioni di euro sono di libri di autori stranieri).

In calo, invece, sono i libri per l’infanzia e l’adolescenza (-3,1%), la manualistica (-3,9%), i fumetti (-11,1%), la saggistica specializzata (-4,1%) e quella generale e di divulgazione (-5,7%).

Un ottimo misuratore della salute dell’editoria si è avuto negli ultimi giorni, dal 9 al 13 maggio, a Torino, dove si è svolto il Salone del Libro 2024. I visitatori sono stati 222.000 in totale, con enorme affluenza il sabato, il giorno più frequentato subito seguito dal venerdì.

Alessandro Barbero, con la sua conferenza, ha portato alla formazione di oltre 70 metri di fila di persone che attendevano un autografo. Grandissima affluenza per i due premi Nobel Abdulrazak Gurnah e Ohan Pamuk, in dialogo durante un evento condiviso, e bene anche per lo scrittore israeliano Eshkol Nevo. E ancora grande partecipazione alla presentazione del nuovo romanzo di David Nicholls, Tu sei qui (Neri Pozza), all’intervento di Roberto Saviano e a quello della regina del fantasy Licia Troisi, che quest’anno ha presentato il suo nuovo libro La luce delle stelle per Marsilio Editori, affacciandosi al giallo. Tra i libri più venduti durante questa edizione del Salone, Mala. Roma criminale di Francesca Fagnani, pubblicato da SEM.

Sempre all’evento torinese è stata anche resa nota la top ten di inizio 2024, che vede L’orizzonte della notte di Gianrico Carofiglio (Einaudi Stile Libero) al primo posto, seguito da Un animale selvaggio di Joël Dicker (La nave di Teseo) e Dare la vita di Michela Murgia (Rizzoli) sul podio al terzo posto. Seguono Tutti i particolari in cronaca di Antonio Manzini (Mondadori), La portalettere di Francesca Giannone (Nord), Tra il silenzio e il tuono di Roberto Vecchioni (Einaudi), Cara Giulia. Quello che ho imparato… di Gino Cecchettin e Marco Franzoso (Rizzoli) e il libro di Marco Travaglio “Israele e i palestinesi in poche parole” (PaperFIRST).

Leggi anche
Libri
di Silvia Giagnoni 7 min lettura
Giornata nazionale per la promozione della lettura
di Manuela Sicuro 3 min lettura