Storie

12 febbraio 2024. Londra, Spazio

Si rinnova la collaborazione che dal 1971 unisce Nasa e Nikon. Il 60% delle lavoratrici della Ministero della Difesa britannico ha subito molestie. Samantha Cristoforetti guiderà la Leo Cargo Return Initiative
Gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale utilizzeranno 13 fotocamere mirrorless full frame Nikon Z 9 per condurre ricerche e documentare la vita a bordo. La collaborazione tra l’azienda giapponese e la Nasa è iniziata nel 1971, durante la missione Apollo 15.
Gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale utilizzeranno 13 fotocamere mirrorless full frame Nikon Z 9 per condurre ricerche e documentare la vita a bordo. La collaborazione tra l’azienda giapponese e la Nasa è iniziata nel 1971, durante la missione Apollo 15. Credit: Nikon
Tempo di lettura 2 min lettura
12 febbraio 2024 Aggiornato alle 07:30

Londra (Regno Unito). Più di 120 dipendenti hanno affermato di aver subito molestie sessuali presso il Ministero della Difesa britannico o presso agenzie di difesa del settore pubblico. Un sondaggio condotto dal sindacato Prospect ha scoperto che il 60% delle lavoratrici avevano avuto problemi personalmente, mentre un numero simile aveva assistito agli abusi.
Londra (Regno Unito). Più di 120 dipendenti hanno affermato di aver subito molestie sessuali presso il Ministero della Difesa britannico o presso agenzie di difesa del settore pubblico. Un sondaggio condotto dal sindacato Prospect ha scoperto che il 60% delle lavoratrici avevano avuto problemi personalmente, mentre un numero simile aveva assistito agli abusi. Credit: Can Pac Swire

L’astronauta Samantha Cristoforetti guiderà la Leo Cargo Return Initiative, il programma dell’Agenzia Spaziale Europea che ha come obiettivo lo sviluppo di una navetta cargo di trasporto merci per la Stazione Spaziale Internazionale.
L’astronauta Samantha Cristoforetti guiderà la Leo Cargo Return Initiative, il programma dell’Agenzia Spaziale Europea che ha come obiettivo lo sviluppo di una navetta cargo di trasporto merci per la Stazione Spaziale Internazionale. Credit: ANSA/ESA

Microsoft starebbe per lanciare notizie create dall’AI. L’azienda ha annunciato una collaborazione con la piattaforma multimediale Semafor e diverse testate per aiutare i giornalisti a lavorare con l’intelligenza artificiale generativa.
Microsoft starebbe per lanciare notizie create dall’AI. L’azienda ha annunciato una collaborazione con la piattaforma multimediale Semafor e diverse testate per aiutare i giornalisti a lavorare con l’intelligenza artificiale generativa. Credit: Maxim Berg

“Moana 2”, il sequel del cartone Disney del 2016 che nel nostro Paese è stato diffuso come “Oceania”, arriverà nelle sale il 27 novembre 2024, prima dell’uscita del live action interpretato da Dwayne Johnson (The Rock), previsto per il 2025. Sono attesi per il 2026, invece, Frozen 3 e Toy Story 5.
“Moana 2”, il sequel del cartone Disney del 2016 che nel nostro Paese è stato diffuso come “Oceania”, arriverà nelle sale il 27 novembre 2024, prima dell’uscita del live action interpretato da Dwayne Johnson (The Rock), previsto per il 2025. Sono attesi per il 2026, invece, Frozen 3 e Toy Story 5. Credit: Walt Disney Co./Courtesy Everett Collection

Kathmandu (Nepal). Una donna indù nepalese fotografata durante il “Madhav Narayan”, il festival durante cui centinaia di devoti completano un mese di digiuno per una vita migliore e la pace nel Paese. Le donne nubili lo fanno per trovare un marito, mentre quelle sposate nella speranza di migliorare la prosperità delle loro famiglie.
Kathmandu (Nepal). Una donna indù nepalese fotografata durante il “Madhav Narayan”, il festival durante cui centinaia di devoti completano un mese di digiuno per una vita migliore e la pace nel Paese. Le donne nubili lo fanno per trovare un marito, mentre quelle sposate nella speranza di migliorare la prosperità delle loro famiglie. Credit: EPA/NARENDRA SHRESTHA
Leggi anche
Jaintiapur (Bangladesh). Gli uccelli d’acqua dolce della famiglia Syconidae si aggirano nel Dibir Haor. Grazie all'ambiente adatto, al cibo sufficiente e alle strutture di allevamento, questi esemplari hanno iniziato a vivere permanentemente in queste aree, anche se fino a 20 anni fa si vedevano solo d'estate. A causa dell'uso non pianificato di pesticidi, però, molte specie sono in pericolo.
Buongiorno in 6 scatti
di Redazione 1 min lettura
Londra, Gran Bretagna. Lo scatto, che ritrae un orso bianco addormentato su un piccolo icerberg alla deriva, e che promette di diventare un'icona della trasformazione dell'ecosistema artico, ha vinto il Wildlife Photographer of the Year People's Choice Award, il concorso fotografico internazionale promosso dal Bbc Wildlife Magazine e dal Museo di Storia Naturale di Londra. 
Buongiorno in 6 scatti
di Redazione 1 min lettura