Culture

3 Podcast imperdibili

Dalle imprenditrici italiane che stanno cambiando il mondo alle scrittrici spesso dimenticate, fino alle protagoniste del nostro tempo. Storie di donne vincenti, troppe volte messe in secondo piano
Credit: Artem Podrez

“Una donna è andata nello spazio”; “Una donna ha vinto il premio Nobel”; “Una donna è presidente”: sono solo tre dei tanti esempi di titoli e notizie che spesso riempiono le prime pagine dei giornali. Una donna: una dicitura che, quando va bene, è seguita dal nome di battesimo e che non identifica come dovrebbe la persona della quale si parla. E non può essere un caso, soprattutto se si pensa che non capita quando uno di questi successi lo consegue un uomo.

Un paradigma, quello della donna a caso, da cambiare e sul quale hanno riflettuto le autrici di questi tre podcast che mirano a valorizzare l’empowerment femminile, senza però fermarsi “solo” a questo. Ancor di più, infatti, provano a cancellare il concetto di “una donna a caso ha fatto qualcosa” per arrivare alla consapevolezza che tutte quelle scrittrici, giornaliste, astronaute, attiviste hanno un nome e un cognome. Un ruolo da gridare ad alta voce perché solo così si potrà costruire un titolo di giornale che abbia valore come “L’astronauta Samantha Cristoforetti è andata nello spazio”.

Poderosa - Femminista, sostenibile, circolare, A Sud e Tuba, Centro di documentazione sui conflitti ambientali e Fandango

Da nord a sud per dar voce alle imprenditrici che silenziosamente stanno cambiando il modo di fare economia, per arrivare, poi, a cambiare il mondo e salvarlo dalla distruzione. Un viaggio da Palermo a Torino per incontrare Margherita Sauro, impegnata nella rigenerazione e nel rilancio del mercato dell’usato; Chiara Pavan “Cheffe” (così si definisce) alla guida di un ristorante premiato stella verde Michelin per la sua cucina sostenibile; Chiara Boschis viticoltrice e produttrice di uno storico Barolo biologico nelle langhe; fino alla designer Benedetta Morucci che ha rimesso in piedi la filiera della lana abruzzese.

Un titolo dissacrante scelto appositamente per evidenziare proprio quel “Po’ de rosa” che muove il mondo e che troppo spesso non è messo in risalto. Il percorso infatti non finisce qui e continua con due scienziate: Cristina Mangia, ricercatrice del Cnr e docente all’università di Lecce, attiva nelle conseguenze delle contaminazioni ambientali e Silvia Bodoardo, docente al Politecnico di Torino, nonché nominata da Wired tra le 20 scienziate che hanno rivoluzionato il mondo della ricerca.

Il podcast esce tutte le settimane, per un totale di 6 puntate, ed è disponibile su tutte le piattaforme in streaming.

Mis(S)sconosciute – Scrittrici tra parentesi, Giulia Morelli, Maria Lucia Schito, Silvia Scognamiglio

Se nomi come Olga Tokarczuk, Elizabeth Smart, Celia Marchi e Angela Giussani non vi dicono niente allora questo podcast è per voi. Ma Mis(S)sconosciute è per voi anche se queste scrittrici le conoscete, perché probabilmente come le autrici siete consapevoli della loro importanza.

Tirar fuori quello che è rimasto in silenzio per troppo tempo: è questo il grande obiettivo del progetto. Una S incatenata tra due parentesi che non aspetta altro di essere liberata. Una S che rappresenta tutte quelle artiste non troppo note nell’universo letterario contemporaneo, a volte neanche tradotte in italiano.

Già perché pochi sanno che Elizabeth Smart fu una delle prime copywriter al mondo, fra le più pagate del Novecento, o che Olga Tokarczuk nel 2018 vinse il premio Nobel per la Letteratura, ma che le fu consegnato solo un anno dopo. E ancora, che alle sorelle Giussani si deve l’opera di Diabolik ed Eva Kant.

Così, quattro lungimiranti amiche, prima che colleghe, Giulia Morelli, Maria Lucia Schito, Silvia Scognamiglio puntano il riflettore su quello che queste figure letterarie hanno detto e ancora hanno da dire, provando ad aprire la parentesi di quell’angolo buio della biblioteca: quello delle donne.

Storie di donne, 4 Books e Unstoppable Woman di StartupItalia

Come contribuire all’eliminazione della violenza contro donne? A questa domanda 4Books ha risposto con l’informazione e l’educazione per opporsi alla cultura dell’odio e non smettere di riflettere, mai. La redazione, dato l’obiettivo del podcast, lo scorso 25 novembre ha lasciato gratuite le prime 5 puntate di queste Storie di Donne in cui si dà voce alla contemporaneità in tutta la sua interezza. Venti episodi in totale per immergersi nella vita di attiviste, atlete, imprenditrici, direttrici finanziarie, scienziate che hanno sfidato le norme sociali, superando gli ostacoli con coraggio e determinazione.

Tra le protagoniste, Megan Rapinoe, co-capitana della nazionale di calcio femminile statunitense e attivista per i diritti Lgbtq+ che nel 2019 rifiutò di andare alla Casa Bianca; Donatella Sciuto oggi rettrice del Politecnico di Milano; e Clio Zammatteo fondatrice del brand ClioMakeUp. Seguono Serena Williams, campionessa di tennis, Malala Yousafzai vincitrice del premio Nobel per la pace, l’astronauta Samantha Cristoforetti e l’imprenditrice digitale Chiara Ferragni. Il carisma di venti artiste, scienziate, astronaute, imprenditrici e poi sì, anche e soprattutto donne.

Leggi anche
podcast
di Chiara Bernardini 5 min lettura
Podcast
di Chiara Bernardini 5 min lettura