Lo Statuto

Art. 1 - DENOMINAZIONE

E' costituita l'Associazione editoriale denominata “LA SVOLTA EDITRICE”.

Art. 2 - SEDE

L'Associazione ha sede legale in Via Giuseppe Mazzini, 59 – 95040 Motta Sant’Anastasia (Provincia Catania). Il trasferimento della sede legale non comporta modifica statutaria. L'Associazione ha durata illimitata.

Art. 3 - SCOPI E FINALITA’

L’Associazione “LA SVOLTA EDITRICE” è una libera associazione che non ha scopo di lucro e nessun fine politico, ed ha quale scopo la promozione della conoscenza generica e/o specifica di tutto quanto possa attenere allo sviluppo e all'uso della comunicazione per mezzo della carta stampata, delle reti informatiche e telematiche.

Nello scopo sociale è compreso, con particolare riferimento, lo sviluppo dell’editoria per mezzo di giornali o periodici d’informazione e di cultura o informazione specializzata; per mezzo di pubblicazioni di libri; per mezzo delle reti informatiche e telematiche, sia in ambito locale che geografico, ivi compresa la promozione di attività culturali in Italia e all'estero favorendo lo sviluppo tra i Soci e tra cittadini con iniziative destinate alla conoscenza da parte loro di tali problematiche; nonché la crescita culturale e sociale tramite l'utilizzo di tutti i mezzi d'informazione possibili.

Per raggiungere detto scopo l'Associazione potrà:

  • promuovere e curare direttamente e/o indirettamente la redazione e l'edizione di libri e testi d'ogni genere, nonché di pubblicazioni di giornali e/o riviste periodiche;
  • pubblicare inoltre notiziari, indagini, ricerche, studi di bibliografie tramite la carta stampata, le reti informatiche e telematiche;
  • fornire consulenza redazionale, tecnica e scientifico-culturale su programmi operativi di gestione dell'oggetto sociale, sia a livello locale che nazionale e sovra-nazionale, per conto e/o su incarico di qualunque soggetto giuridico pubblico e/o privato;
  • svolgere direttamente, coorganizzando o collaborando alla realizzazione di manifesta-zioni, di convegni, di dibattiti, di mostre d'arte, di seminari e ricerche d'ogni tipo per il raggiungimento e la diffusione dei propri obiettivi di informazione e di cultura;
  • stipulare convenzioni con enti pubblici e/o privati per la realizzazione e per la fornitura di servizi nell'ambito dei propri scopi istituzionali;
  • istituire e gestire corsi di studio a tutti i livelli scolari organizzando servizi per aziende, enti pubblici, università e scuole di ogni grado nonché corsi scolastici e prescolastici seminari per docenti, studenti, lavoratori ecc.;
  • svolgere corsi d'aggiornamento culturale e professionale; organizzare gruppi di lavoro a livello scientifico su problemi etici, economici, religiosi, educativi e culturali;
  • provvedere all'acquisto, alla distribuzione e pubblicazione di pubblicazioni, edizioni fonografiche, audiovisivi, materiale vario d'interesse culturale a beneficio dei Soci e di tutti gli interessati;
  • orientare i Soci e il pubblico nel campo della editoria e in merito a pubblicazioni di loro interesse.

L'Associazione difende il prestigio e gli interessi - anche collettivi - dei propri Soci, svolge attività finalizzata all'incremento ed al mantenimento dei rapporti e della collaborazione interdisciplinare tra tutte le figure professionali facenti in qualunque modo capo all'Associazione stessa, collaborando e coordinando l'attività dei propri soci con qualsiasi mezzo lecito.

Per il raggiungimento di dette finalità l'Associazione potrà collaborare o aderire a qualsiasi ente pubblico o privato, locale, nazionale o internazionale nonché collaborare con organismi movimenti o associazioni, coi quali riterrà utile avere collegamenti.

L'Associazione potrà inoltre ricevere contributi o sovvenzioni di qualsiasi natura da Enti locali quali: Comune, Provincia o Regione, nonché da Enti nazionali ed internazionali offrendo la propria assistenza e consulenza in ognuno dei campi in cui svolge la propria attività.

Art. 4 - SOCI ISTITUZIONALI

Sono ammessi a far parte dell'Associazione tutti gli uomini e le donne che accettano gli articoli dello Statuto e dei regolamenti interni; che condividono gli scopi dell'associazione e si impegnano a dedicare una parte del loro tempo per il loro raggiungimento.

L'organo competente a deliberare sulle domande di ammissione degli aspiranti soci è il Comitato Esecutivo.

Nell’Associazione si distinguono i Soci Fondatori (I Soci Fondatori e/o Soci Ordinari) e Soci Temporanei.

Sono Soci Fondatori quelli risultanti dall'atto costitutivo e/o Soci Ordinari che successivamente entrano a far parte dell’Associazione versando uguali quote di quanto già versate dai Soci Fondatori, rivalutate secondo le norme finanziarie e relativamente al valore acquisito nel periodo di gestione. Essi hanno i benefici riservati dallo Statuto: il diritto di voto, sono eleggibili alle cariche sociali, la loro qualità di soci ha carattere di perpetuità, non è soggetta ad iscrizione annuale, ma solo al pagamento di eventuali quote supplementari per il raggiungimento degli scopi e/o finalità istituzionali e sociali.

Sono Soci Temporanei coloro che, annualmente o per un breve periodo dell’anno, aderiranno all'associazione e, condividendone gli scopi, si adopereranno per realizzarli. Nessuna quota d’iscrizione è dovuta da parte dei Soci Temporanei, i quali, invece, potranno versare liberi contributi.

Art. 5 - AMMISSIONE DEI SOCI

Per essere ammesso a Socio Temporaneo, la cui iscrizione avrà la durata massima di un anno o parte di esso, il Socio dovrà presentare domanda motivata all'Associazione, inviandola al Presidente dell’Associazione che la sottopone al Comitato Esecutivo, è soggetta a valutazione discrezionale. La decisione del Comitato Esecutivo è inappellabile e non necessita di motivazione.

L’iscrizione quale Socio Temporaneo potrà essere rinnovata di anno in anno.

L’aspirante Socio Temporaneo che intende aderire attivamente alla realizzazione degli scopi dell’Associazione, dovrà presentare domanda scritta nella quale dovrà specificare le proprie complete generalità.

In base alle disposizioni di legge 675/97 tutti i dati personali raccolti saranno soggetti alla riservatezza ed impiegati per le sole finalità dell'Associazione previo assenso scritto del socio. Il diniego va motivato.

Altresì, il Socio dovrà espressamente dichiarare di essere a piena conoscenza, di osservare e di approvare senza riserva il presente statuto dell’Associazione e dichiarare le motivazioni o lo scopo per cui intende aderire nell’anno in corso all’Associazione. Tali dichiarazioni vengono rese sotto la propria personale responsabilità.

Art. 6 - ENTRATE E PATRIMONIO SOCIALE

Le entrate dell’Associazione, che non ha scopo di lucro, per la copertura delle spese inerenti all’andamento della stessa e per le varie attività, iniziative e manifestazioni, provengono da:

  • quote dei Soci Fondatori, la cui entità viene fissata dall’Assemblea dei soci fondatori su proposta del Comitato Esecutivo ogni qualvolta sarà ritenuto utile e necessario;
  • eventuali altri contributi volontari dei Soci Temporanei; eventuali entrate che concorrano ad incrementare i fondi sociali, introiti ed attivi finanziari frutto di attività o fornitura di servizi di assistenza, consulenza, tramite l’organizzazione, la coorganizzazione o la collaborazione a qualsiasi iniziativa da parte di enti pubblici e/o privati dell’Associazione o derivanti a qualsiasi titolo;
  • contributi da Enti pubblici e privati, da Società, da persone fisiche, ecc. che ne intendono sostenere l’attività; azioni promozionali ed ogni iniziativa consentita dalle leggi in rispetto all’Art. 3 dello statuto;

Il patrimonio sociale è costituito da:

  • riconoscimenti e/o trofei aggiudicati definitivamente in attività e manifestazioni;
  • da tutti gli altri beni.

Tale entrate sono rigorosamente elencate, anno per anno, in apposito registro di contabilità, tenuto aggiornato a cura del Responsabile Amministrativo, sempre disponibile per consultazione da parte dei soci.

Art. 7 - ATTIVITA’

Le attività svolte dai soci a favore dell'associazione e per il raggiungimento dei fini sociali sono svolte prevalentemente a titolo di volontariato e totalmente gratuite.

L'associazione, per la realizzazione degli scopi e finalità, in particolare quelle in cui si prevedono figure professionali specializzate o di marketing tra cui il Direttore editoriale e il Direttore responsabile ecc…, nonché per le attività editoriali della stessa Associazione, può assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo direttamente ai propri associati o componenti dell’esecutivo, rimunerandoli con specifici contratti a norme di legge.

Art. 8 - GLI ORGANI SOCIALI

Gli organi sociali dell'Associazione sono:

  • l'Assemblea dei Soci Fondatori.
  • il Comitato Esecutivo.
  • il Presidente dell'Associazione.

Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito.

Art. 9 - L'ASSEMBLEA

L'Assemblea è organo sovrano dell'Associazione. L'assemblea dei soci è costituita dai soci Fondatori, è convocata almeno una volta all'anno dal presidente dell'associazione o da chi ne fa le veci, mediante:

  • avviso scritto da inviare con lettera semplice agli associati, almeno 10 giorni prima di quello fissato per l'adunanza;
  • avviso affisso nei locali della Sede almeno 15 giorni prima.

L'Assemblea dei soci Fondatori è convocata dal Presidente almeno una volta all'anno ed è presieduta dal Presidente stesso o da un suo delegato nominato tra i membri del Comitato Esecutivo.

Deve inoltre essere convocata:

  • quando il Comitato Esecutivo lo ritenga necessario;
  • quando la richiede almeno due terzi dei soci Fondatori;

L'Assemblea è organo sovrano dell'Associazione.

Gli avvisi di convocazione devono contenere l'ordine del giorno dei lavori e la sede ove si tiene la riunione.

L'assemblea può essere ordinaria e straordinaria. E' straordinaria l'Assemblea convocata per la modifica dello Statuto o per lo scioglimento dell'Associazione. E' ordinaria in tutti gli altri casi e può essere urgente con convocazione di almeno 5 giorni prima per argomenti della suprema urgenza riconosciuti e convalidati dalla stessa Assemblea ad inizio di seduta.

L'Assemblea ordinaria è valida in prima convocazione se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti.

All’Assemblea dei Soci Fondatori possono partecipare, senza diritto di voto, i Soci Temporanei.

L'assemblea ordinaria

  • elegge il Presidente;
  • elegge il Comitato Esecutivo;
  • propone iniziative indicandone modalità e supporti organizzativi;
  • approva il bilancio consuntivo e preventivo annuale ed il rendiconto predisposti dal Comitato Esecutivo;
  • stabilisce la necessità e l'importo di eventuali quote supplementari per i Soci Fondatori;
  • approva il programma annuale dell'associazione.

Le deliberazioni dell'assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti e rappresentati per delega; sono espresse con voto palese, tranne quelle su problemi riguardanti le persone e la qualità delle persone o quando l'assemblea lo ritenga opportuno. Ogni socio ha diritto di esprimere un solo voto e può presentare una sola delega in sostituzione di un socio non amministratore.

Le discussioni e le deliberazioni dell'assemblea ordinaria e straordinaria sono riassunte in un verbale che viene redatto dal segretario o da un componente dell'assemblea appositamente nominato. Il verbale viene sottoscritto dal Presidente e dall'estensore; è trascritto su apposito registro dal segretario o dall’estensore, conservato a cura del Presidente nella sede dell'Associazione.

Ogni socio Fondatore ha diritto di consultare i verbali delle sedute e chiederne, a proprie spese, una copia.

L'assemblea straordinaria

  • approva eventuali modifiche allo Statuto con la presenza di 2/3 dei soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti;
  • scioglie l'associazione e ne devolve il patrimonio col voto favorevole di 3/4 dei soci.
  • Hanno diritto di partecipare alle assemblee, di votare e di essere eletti, tutti i soci Fondatori, purché in regola con il pagamento della quota e/o quote supplementari.

Art. 10 - IL COMITATO ESECUTIVO

L'Associazione è amministrata da un Comitato Esecutivo eletto dall'assemblea dei Soci Fondatori e composto da due a dieci membri, sempre in numero pari.

Il Comitato Esecutivo resta in carica per cinque anni e i suoi membri sono rieleggibili. I suoi membri possono assumere incarichi rimunerativi come dall’art. 7 dello statuto.

La convocazione del Comitato Esecutivo è decisa dal Presidente o viene richiesta, automaticamente convocata, dalla maggioranza dei membri del Comitato Esecutivo stesso.

Le delibere devono avere il voto della maggioranza assoluta dei presenti, a parità di voti prevale il voto del Presidente.

Il Comitato Esecutivo:

  • compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione;
  • redige e presenta all'Assemblea il rapporto annuale sulle attività dell'Associazione;
  • redige e presenta all'Assemblea il bilancio consuntivo e quello preventivo ed il rendiconto economico;
  • ammette i nuovi Soci Fondatori e nuovi Soci Temporanei;
  • esclude con parere inappellabile e senza necessarie motivazioni da ratificare, i Soci Temporanei.

Il Comitato Esecutivo avrà la facoltà dì emettere il regolamento per l'attività dell'Associazione, ivi compresa l'istituzione ed il controllo dell’attività stessa, ovvero più regolamenti per singoli settori di attività. I vari regolamenti saranno vincolanti per tutti i Soci.

Del pari il Comitato Esecutivo potrà nominare, anche tra non Soci, Comitati Scientifici anche per singole discipline.

Le riunioni del Comitato Esecutivo sono legalmente costituite quando è presente la maggioranza dei suoi componenti.

Nell'ambito del Comitato Esecutivo sono previste almeno le seguenti figure: il Presidente (eletto direttamente dall'assemblea generale), il Vice Presidente, il Tesoriere (eletti nell'ambito del Comitato Esecutivo stesso).

Art. 11 - IL PRESIDENTE

Il Presidente ha la legale rappresentanza dell'Associazione di fronte a terzi e in giudizio, nonché davanti a tutte le autorità amministrative e giudiziarie; dispone dei fondi sociali dell’Associazione; ha l'uso della firma sociale ed è il portavoce ufficiale dell’Associazione.

Resta in carica per cinque anni ed è rieleggibile. Può assumere incarichi remunerativi come dall’art. 7 dello statuto.

Presiede il Comitato Esecutivo e l'Assemblea dei Soci Fondatori. Convoca l'Assemblea dei Soci Fondatori e il Comitato Esecutivo, sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie.

Art. 12 – BILANCIO

I bilanci sono predisposti dal Comitato Esecutivo e approvati dall'Assemblea dei Soci Fondatori.

L’esercizio sociale dell’Associazione va dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

Il bilancio consuntivo è approvato dall'Assemblea generale ordinaria dei soci Fondatori con voto palese o con le maggioranze previste dallo Statuto.

L'Assemblea di approvazione del bilancio consuntivo deve tenersi entro la data del 30 maggio dell'anno successivo alla chiusura dell'esercizio sociale.

Il bilancio consuntivo è depositato presso la sede dell'Associazione, e nelle varie sezioni, almeno 20 giorni prima dell'Assemblea e può essere consultato da ogni associato.

Il bilancio preventivo è approvato dall'Assemblea generale ordinaria dei soci Fondatori con voto palese o con le maggioranze previste dallo Statuto.

Il bilancio preventivo è depositato presso la sede dell'Associazione, almeno 20 giorni prima dell'Assemblea e può essere consultato da ogni associato.

Art. 13 - MODIFICHE STATUTARIE

Questo statuto è modificabile con la presenza dei due terzi dei soci dell'Associazione e con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni modifica o aggiunta non potrà essere in contrasto con gli scopi sociali, con la dottrina e il regolamento interno e con la Legge italiana.

Art. 14 - SCIOGLIMENTO DELL'ASSOCIAZIONE

Per deliberare lo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole di almeno i tre quarti degli associati convocati in Assemblea straordinaria.

L'Assemblea che delibera lo scioglimento dell'Associazione nomina uno o più liquidatori e delibera sulla destinazione del patrimonio che residua dalla liquidazione stessa.

La devoluzione del patrimonio sarà effettuata con finalità di pubblica utilità a favore di associazioni di promozione sociale di finalità similari, nel rispetto della disciplina recata dal D.Lgs 4 dicembre 1997 n° 460.

Art. 15 - DISPOSIZIONI FINALI

Per tutto ciò non previsto e non espressamente specificato nel presente Statuto, decide l’Assemblea dei Soci Fondatori a maggioranza assoluta dei partecipanti o si applicano le disposizioni contenute nel codice civile o nelle norme di legge in materia associativa.

Share

EDITORIALE

Elena Caruso

Libertà incatenata

    Ripercorrere la storia ha un senso, così come ricordare il nostro passato ha una ragione. Non si tratta di rileggere libri morti o rievocare vicende estinte, ma, più semplicemente, si cerca di comprendere, di decifrare fatti che oggi sono sotto... Continua

Elena Caruso | Sabato, 19 Settembre 2015

Flash News

Banner
Banner